lunedì 14 maggio 2012

Pane alle noccioline americane - Toasted peanut bread by Marcus Samulesson


Pane alle noccioline tostate: un profumo inebriante

No ma dai ancora lui? Ancora una ricetta di Samuelsson? Basta ma che sei fissata?
Devo dirvi che sì, sono fatta così. Se qualcosa mi piace devo capirla a fondo. E la cucina di questo giovane cuoco mi piace davvero. Quindi sto cercando di imparare i suoi mix, il suo modo di combinare ingredienti e texture. E mi sto divertendo un sacco perché scopro nuovi abbinamenti e nuove texture.
Come mi pace imparare cose nuove. Soprattutto in un campo come la cucina, dove ormai ho sperimentato parecchio e da parecchio tempo non rimanevo così piacevolmente impressionata.
Sono ancora qui, a questo suo libro dal nome bellissimo "The soul of a new cuisine

Dunque ebbene si! Ancora lui. Questa volta però vi dico
Vi piace il latte di cocco?
E le noccioline americane?
E i sapori speziati?
Bene NON mangiate questo pane. Rischiate la dipendenza :-D

Non è buono, è strepitoso.
Mentre cuocevo il latte di cocco con il miele un profumo incredibile si è improvvisamente sprigionato nella mia cucina facendomi canterellare per la gioia.
Poi è stata la volta delle noccioline americane da tostare con le spezie. Con il cumino? Accidenti hai ragione Marcus non sono niente male.
E quando poi ho cotto il pane nel forno....beh ero lì che battevo i piedi nell'attesa di vederlo pronto e fragrante.

Fargli il "servizio fotografico" è stata una tortura. Alla faccia di chi dice che NON bisogna mangiare ciò che si fotografa.... chiedetevi come mai nella foto qui sopra non si vede la prima fetta....Non ho saputo resistere :-D

E vi dirò di più. Ho cotto il pane al mattino e sono uscita (dopo aver mangiato "quella" fettina :-D). Quando sono tornata.......mamma mia il profumo era ancora lì. Mi è sembrato di sbarcare su un'isola tropicale, piena di sole e spezie e mare... Un'altra cosa da quando si cucina il cavolo no? :-D

Marcus suggerisce di mangiare questo pane come accompagnamento ad una zuppa di pesce. Io lo vedo bene anche con  formaggi stagionati o erborinati. 
Ma anche da solo, magari accompagnato da un bel bicchierino di bianco fresco seduta sul cassero di una nave alla volta di bianchissime isole.....:-DDDDD



Pane alle noccioline americane tostate di Marcus Samuelsson
(eglish version below)

Ingredienti

  • 1 tazza (250 ml) di latte di cocco
  • 3 cucchiai di miele
  • 1 bustina di lievito secco istantaneo pari a circa 2 cucchiani e 1/4 (per me 200 gr di pasta madre precedentemente rinfrescato)
  • 1 1/2 tazza di noccioline americane (per me noccioline americane non tostate)
  • 1 1/2 cucchiaino di peperoncino in polvere
  • 1/ 2 cucchiaino di cumino in polvere
  • 2 1/2 tazze di farina bianca (350 gr per me)
  • 2 1/2 tazze di farina integrale
  • 1 cucchiaino di sale
  • 1/4 tazza di Spiced Butter la ricetta la trovate qui (50 gr) o 4 cucchiai di burro

Per prima cosa, tre ore prima di iniziare a preparare il pane rinfresco il lievito madre e lo lascio riposare in una terrina unta coperto con un foglio di plastica.

Trascorso questo tempo metto a bollire il latte di cocco e aggiungo il miele. Continuo a mescolare finché il miele non si è sciolto.
Tolgo dal fuoco e lascio raffreddare.

Nel frattempo io tosto  le noccioline americane mettendole in forno a 200° per pochissimi minuti e quindi le sbuccio.
Poi proseguo con la ricetta di Marcus che mette le noccioline in un padellino insieme  a la polvere di peperoncino e il cumino. Le salta in padella per pochi secondi e io faccio lo stesso.
Quindi lascio raffreddare.

Trasferisco nella planetaria il latte di cocco intiepidito e il lievito madre. Mescolo con il gancio finché il tutto non si "incorda", cioè si avvolge intorno al gancio. Stacco e controllo che l'impasto sia ben elastico.
Tolgo l'impasto e lo metto in una terrina unta. Copro con una pellicola e lascio riposare per circa tre ore

Metto quindi le noccioline nel blender e le frullo fino ad avere una pasta.

Marcus impasta con le mani io invece proseguo con la planetaria dove metto le due farine, il sale, il burro la pasta madre con il latte di cocco e le noccioline tritate.  Mescolo con il gancio per circa 3 minuti a bassa velocità, fino ad ottenere un impasto morbido ed elastico.
Metto l'impasto in una terrina unta e copro con un foglio di plastica trasparente.
Lascio riposare e lievitare finché non ha raddoppiato il volume (per me circa 6 ore).

Trascorso questo tempo accendo il forno a 180 e quindi imburro uno stampo da plumcake.
Metto il mio impasto e inforno. Ma prima di chiudere la porta del forno,  faccio la mia solita operazione spruzzo le pareti del forno con un po' d'acqua. Il pane sarà già morbido di per sé, ma voglio aiutarlo con un po' di vapore.

Lascio cuocere per 35 minuti (per me 40).

A questo punto Marcus dice di lasciarlo riposare nella teglia su una griglia, ma io sono troppo curiosa e ho provato a rovesciare la teglia e ..... e lui mi è scappato fuori! 
Le istruzioni di Marcus dicono però di lasciarlo riposare con la teglia per cinque minuti, poi togliere la teglia e lasciarlo raffreddare ancora un pochino.... Se resistete al profumo.

Toasted peanut bread: a heady scent


Toasted peanut bread by Marcus Samuelsson

Ingredients
  • 1 cup (250 ml) coconut milk
  • 3 tablespoons honey
  • 1 packet of instant dry yeast 2 teaspoons and 1/4 (for me 200 grams of sourdoughpreviously refreshed)
  • 1 1/2 cup peanuts (not roasted peanuts for me)
  • 1 1/2 teaspoon chili powder
  • 1/2 teaspoon ground cumin
  • 2 1/2 cups all-purpose flour (350 gr for me)
  • 1 teaspoon salt
  • 1/4 cup Spiced Butter here the recipe (50 grams) or 4 tablespoons of butter 
First, three hours before starting to prepare the bread, I refresh the yeast and let it rest in a greased bowl covered with a plastic sheet.

After this time I'm going to boil the coconut milk and add honey. I continue to stir until the honey is dissolved.
I remove from heat and let cool.

In the meantime I make toast the peanuts by putting them in the oven at 200 degrees fora few minutes and then peel.
Then I continue with the recipe from Marcus. He put the peanuts in a frying pan with thechili powder and cumin. The jump in the pan for a few seconds and I do the same.
Then leave to cool. 

I transfer in planetary warmed coconut milk and yeast. Mix with the hook until everything is"stringing", that is, is wrapped around the hook. So I check the dough is very elastic.
I take the dough and place it in a greased bowl. I cover with foil and let rest for aboutthree hours

Then I put the peanuts in the blender and whir until you have a paste.

Marcus knead with your hands I will I continue with the planetary where I put the two flours,salt, butter the dough with coconut milk and the paste of chopped peanuts. I mix it with the hook for about 3 minutes on low speed until dough is smooth and elastic.
I put the dough in a greased bowl and I cover with a sheet of transparent plastic.
I let it rest and rise until doubled in volume (for me about 6 hours).

After this time I turn on the oven to 180 degrees and then a buttered loaf pan.
I put my dough and bake. But before closing the oven door I do my usual operation: spraythe oven walls with a little 'of water. The bread will be soft for him already, but I want tohelp him with some 'steam. 

I let it cook for 35 minutes (for me 40).

Then Marcus says to let him rest in the pan on a rack, but I'm too curious and tried to overthrow the pan and ..... and he ran off!
Marcus instructions say to let him rest for five minutes with the pan, then remove the pan and let cool a little bit more .... If you resist the smell.

33 commenti:

  1. mi hai fatto venire un'acquolina che non ti dico XD bacione!!!

    RispondiElimina
  2. Il latte di cocco non l’ho mai usato però so che amo il cocco da impazzire. E non potrei cucinare senza spezie, mi sentirei persa. Le noccioline americane? Praticamente la pillola quotidiana, sempre a portata di mano per essere sgranocchiate! Te lo devo dire che questo pane me lo sto già sognando? Chissà che paradisiaco profumo dal forno :) E mi piace la tua versione con pasta madre…segnata! Baci, buona settimana

    RispondiElimina
  3. ma chissà che profumo c'è nella tua cucina...mamma mia..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti il profumo (e non solo quello) era fantastico!

      Elimina
  4. wow..ma che spettacolo... deve essere squisito, profumato... complimenti...

    RispondiElimina
  5. Con questo pane profumato e deliziosissimo mi hai letteralmente stramortita al suolo!!! Non oso immaginare quanto sia buono e la ricetta è stata salvata immediatamente...Lo provo e ti faccio sapere!!! Bravissimissimissima!!! Un bacione...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie!!! Attenzione io ho avvertito. Crea dipendenza :-D

      Elimina
  6. UN IDEA MAGNIFICA ADORO TUTTO CIO CHE RICORDA GLI USA

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io li adoro. Quante cose meravigliose ci sono?

      Elimina
  7. mi hai fatto sognare con questo pane delizioso e profumato e lo mangerei volentieri su una bella isola caraibica :D

    RispondiElimina
  8. Ciao cara Che bel pane e che buonooo..mi prendo due fette. Stasera passa da me nuova ricettina baci!

    RispondiElimina
  9. Fai benissimo cara a mostrarcio le ricette di questo favoloso cuoco e questo pane...ma quanto deve essere profumato!!!??bacioni,imma

    RispondiElimina
  10. Questo pane già me lo sto sognando, praticamente mi piace tutto, dal latte di cocco al miele,dalle noccioline al cumino...insomma dovrei proprio assaggiarlo!!

    ciao loredana

    RispondiElimina
  11. Che buono questo pane,mi piace questa versione alle noccioline americane! Complimenti, è stato un piacere passare da te, mi unisco ai tuoi lettori, se ti va passa pure da me! A presto...Molly

    RispondiElimina
  12. Ciao Daniela! Questo pane dev'essere fantastico. Ma dove lo trovi il latte di cocco?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Nicolò. Lo puoi trovare nei grandi supermercati nel settore "cucina etnica" oppure, e ti consiglio di acquistarli qui perchè ne trovi di veramente ottimi, nei negozietti di alimentari esotici che stanno aprendo un po' ovunque a Milano.
      Ps grazie della tua visita, guarda che ti sto ancora aspettando per pubblicare la/le tue ricette :-)

      Elimina
  13. Non riesco a immaginare quanto potesse essere profumato quel pane, ma dalla descrizione che ne hai dato mi hai fatto venire un'acquolina...

    RispondiElimina
  14. Solo immaginarne il profumo mi fa salire la pressione! Una ricetta strepiterrima. Peccato che l'aroma del cocco non è gradito dal consorte. Forse dimezzo le dosi e me ne faccio uno piccolino per me. Ma tu continua a lavorare su queste robine buone che ci mettono allegria. Un abbraccio, Pat

    RispondiElimina
  15. uh signur.. ma.. no, ma... sto balbettando quasi.. stupendo!! un idea davvero incredibile.. io segno tutto eh!? questo si deve provare!

    RispondiElimina
  16. Mi piacciono tutte e due questi ingredienti
    è da provare anche a casa mia :) , ciao

    RispondiElimina
  17. Come ti capisco.... difficile resistere alla tentazione di assaggiare prima di aver fatto le foto!!!! Lo scatto sarebbe il mio e non quello della macchinetta ;)

    RispondiElimina
  18. Non conosco Marcus S. ma magari se mi unisco al tuo sito mi APPASSIONO anch'io!! :) Mi unisco con moltaaaaaaa curiosità!! ;)
    A presto!

    RispondiElimina