mercoledì 23 maggio 2012

Budino di cavolfiore masala e galletta di nocciole


Budino di cavolfiore masala e galletta di nocciole: un dorato raggio di sole nel piatto

Vi avevo detto qui che avrei preso lo spunto dell'MTC di maggio per far un giro del mondo in tre budini.
Eccoci alla seconda tappa.
Questa volta il mio omaggio va all'India.

Si lo so è molto riduttivo concentrare tutti i sapori dell'India in un solo budino. Soprattutto se pensiamo che noi occidentali conosciamo solo una piccola parte di questa cucina e soprattutto la parte più edulcorata, quella esportata e assaggiata al ristorante.
Però ho cercato di racchiudere qui alcuni profumi tipici.
Ho usato il cardamomo per aromatizzare la galletta alle nocciole e ....un mix di spezie per il budino.
Ora se io vi dico che ho usato il curry per il budino gran parte di voi potrebbe dire "ahhh ma è dillo subito no che c'è il curry!" Eh no non lo dico subito perché il curry in India non esiste.

Curry è il nome che gli inglesi hanno dato a un mix di spezie prendendo per buono il termine tamil "Kari" che in realtà significa genericamente zuppa.
E' come se dall'altra parte del mondo chiamassero "sugo" un mix di aglio, basilico, cipolla, carote e sedano dicendo che questa è la base della cucina di tutti gli italiani. Ehm un po' riduttivo no?

In realtà dovremo chiamare il curry "masala" che significa miscuglio a cui dovremmo aggiungere poi un aggettivo per dire di cosa. Ad esempio il masala più conosciuto è il garam masala, che significa "mistura calda" assaggiatelo e poi capirete perché calda. No non è piccantissimo, la sensazione che dà è veramente di "caldo".

Detto questo e sapendo che in India ognuno poi usa la sua "masala" preferita io ho dovuto accontentarmi di ciò che ho trovato nella mia caverna di alì babà
Ne sono uscita con un bel sacchettino di "hot madras" (ecco appunto mistura piccante).
Ho controllato e si trova anche nei supermercati più forniti, altrimenti va benissimo anche il "curry" comune. Quello ormai lo si trova dappertutto e dà comunque un'idea dei profumi che si può trovare nelle cucine Indiane.

E poi .. poi volevo approfittare di questo post per parlare del "curry". Questo mix profumato di spezie esotiche che ormai è entrato nelle nostre case e che noi abbiamo accettato,  e... che in realtà non esiste. Peccato perché è buonissimo :-D

Budino di cavolfiore masala e galletta di nocciole
(english version below)
Ingredienti per 4 budini

  • 140 g cavolfiore già cotto al vapore
  • 1/4 cipolla
  • 1/2 cucchiaino di hot Madras
  • 100 ml latte
  • 1 uovo
  • pepe e sale
  • Burro per imburrare gli stampini

Per la galletta alla nocciola

  • 40 g farina
  • 40 g farina di nocciole
  • 20 g burro a temperatura ambiente
  • 3 semi di cardamomo
  • un pizzichino di sale grosso

Per prima cosa preparo la galletta di nocciole. 
Apro i semi di cardamomo ed elimino la parte legnosa. Metto nel pestello i frutti e il sale grosso e trituro.
Mescolo le due farine, il burro e aggiungo il sale aromatizzato al cardamomo.
Aggiungo un cucchiaio di acqua e continuo a mescolare. Devo ottener un impasto morbido.
Appoggio l'impasto su un foglio di carta da forno e lo ricopro con un altro foglio.
Con l'aiuto del mattarello riduco l'impasto a una sfoglia sottilissima, circa 2-3 millimetri.
Tolgo il foglio superiore e, con un coppapasta, taglio quattro cerchi di diametro poco più grande dei miei stampini per budino.
Attenzione, taglio e basta non rimuovo niente. L'impasto è ancora troppo morbido.
Ricopro l'impasto con il foglio di carta da forno e metto in frigorifero per almeno un quarto d'ora. 
Io lo lascerò in frigorifero tutto il tempo necessario alla preparazione del budino.

Accendo il forno a 190°.
Comincio a preparare il budino.
Metto nel blender il cavolfiore bollito, il latte, il curry, l'uovo, il sale e il pepe.
Frullo il tutto fino ad ottenere una purea omogenea

Imburro quattro stampini e verso la purea di cavolfiore.
Batto gli stampini sul tavolo per eliminare eventuali bolle d'aria e li sistemo in una teglia.
Metto la teglia in forno e quindi verso nella teglia acqua calda a sufficienza per arrivare a superare metà altezza degli stampini.
Lascio cuocere per 40 - 50 minuti.

Trascorso questo tempo tolgo dal frigorifero la galletta di nocciole. 
Tolgo il foglio di copertura e gli scarti di pasta intorno ai cerchi che ho ritagliato (insomma, lascio sul foglio di carta da forno solo i cerchi di pasta di nocciole).
Una volta cotti i budini metto in forno il foglio di carta da forno con sopra le gallette e lascio cuocere per 10 minuti.

Trascorso questo tempo tolgo le gallette dal forno e le lascio raffreddare.
Quindi, con l'aiuto di un coltellino le sollevo delicatamente (attenzione sono un velo fragilissimo!), le metto sui piattini di portata e sformo su di esse il profumatissimo budino di cavolfiore.
Cerco di resistere dalla tentazione di mangiarlo subito (prima la foto e poi si mangia!). Decoro con qualche foglia di insalata ed eccoci pronti per attraversare l'India!


Pudding culiflower masala and hazelnut bscuit. A golden rayon of sunshine in the dish


Pudding cauliflower masala and hazelnut biscuit
Ingredients for 4 puddings

  • 140 g cauliflower cooked by steaming
  • 1/4 onion
  • 1/2 teaspoon hot Madras
  • 100 ml milk
  • 1 egg
  • Salt and pepper
  • Butter for greasing the ramekins

For the hazelnut biscuit
  • 40 g flour
  • 40 g hazelnut flour
  • 20 g butter at room temperature
  • 3 cardamom seeds
  • a pinch of salt 
First prepare the biscuit with nuts.
I open the cardamom seeds and delete the woody part. I put in a mortar: the fruits and the salt and crumbled.
I mix the two flours, butter, add salt flavored with cardamom.
Add a tablespoon of water and continuous stirring. I have to obtain a soft dough.
I put the dough on a sheet of baking paper and line them with another sheet.
With the help of rolling pin I reduce the dough to a thin sheet, about 2-3 mm.
Take off the top sheet and, with a pastry rings, cut four circles of a diameter slightly larger of my molds to pudding.
Warning, do not just cut and remove anything. The dough is too soft.
I cover the dough with a sheet of baking paper and put in refrigerator for at least a quarter of an hour.
I leave in the refrigerator all the time necessary to the preparation of the pudding. 

I turn on the oven to 190 °.
I begin to prepare the pudding.
I put in the blender boiled cauliflower, milk, curry, egg, salt and pepper.
I mix everything until I get a smooth puree

I buttered four molds, and I pour the mashed cauliflower.
I tap the molds on the table to eliminate any air bubbles and placed them in abaking dish.
I put the pan in the oven, and then I pour hot water into the pan enough to amount to more than half the height of the molds.
Let cook for 40 to 50 minutes. 

After this time, I take off the refrigerator the hazelnuts biscuit.
I take off the backing paper and scraps of dough around in circles that I cut (well, I leave on the sheet of baking paper only the circles of dough with hazelnuts).
Once cooked puddings, I put in the oven, the sheet of parchment paper on top withthe biscuits and let cook for 10 minutes.

After this time I remove the biscuits from the oven and let cool.
So with the help of a knife, I lift it gently (be careful they are fragile!), Put them onsaucers, and I draft on them the fragrant pudding cauliflower.
I try to resist the temptation to eat it once (before the photo and then eat!). Decorwith a few leaves of lettuce and we are ready to cross the India! 

Con questa ricetta partecipo all'MTC di maggio



40 commenti:

  1. wow...che buono che deve essere...segno!!

    RispondiElimina
  2. Ciao! molto ricercato questo budino con il cavolfiore! perfetta poi la cialdina corccante alle nocciole, sia per il gioco di sapori sia per le consistenze!
    bacioni

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :-))))
      Grazie davvero per il vostro gentile commento!

      Elimina
  3. bello, bello, bello: bella la ricetta e bellissimo il post che fa finalmente luce su uno dei tanti fraintendimenti che accompagnano le cucine degli altri Paesi. Ma la cosa che mi ha intrigato di più è proprio tutto questo gioco di equilibri fra le spezie e gli ingredienti principali: peccato immaginarseli soltanto, perchè mai come in questo caso l'assaggio mi incuriosisce!
    Bellissimo, questo tuo viaggio attorno al mondo! Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :-))) Grazie a te per il tuo gentilissimo commento.
      E ti assicuro che vale la pena assaggiarli. Se ti piacciono le spezie non ne rimarrai delusa. La sfoglia di noccioline poi....

      Elimina
  4. Che fantasia!! Complimenti sei stata grandiosa, certa che il gusto sà conquistare, l'aspetto la dice lunga ^__^ è proprio invitante,
    Tiziana

    RispondiElimina
  5. m'ispira moltissimo questo budino, dev'essere fantastico con il croccantino della cialda sotto!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Te lo consiglio! In casa mia è stato molto apprezzato :-)

      Elimina
  6. Considerando quanto ami questo tipo di spezie devo dire che questa seconda puntata sul budino nel mondo mi piace moltissimo!

    ciao loredana

    RispondiElimina
  7. Caspita il budino è mervaiglioso e la galletta mi ha proprio colpita... bellissima ricetta, davvero ^_^

    RispondiElimina
  8. Questo piatto è magnifico, che presentazione cara! Sono indecisa se assaggiare questo o quello sotto...nel dubbio, meglio provarli entrambi! Baciotti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Provali tutti. Ti assicuro che ne vale la pena. La cosa buffa è stata che a casa ognuno ha votato per un budino diverso! ^^^

      Elimina
  9. Ciao cara che buon budino morbido e con il croccante sotto fantastico..ti aspetto baci!

    RispondiElimina
  10. Sto facendo un giro meraviglioso tra i vostri budini! Questo anche stuzzica alla grande le mie papille gustative. Sono un'amante del curry e nella mia dispensa ne ho diverse misture. Brava, veramente una bella presentazione!

    RispondiElimina
  11. Questa volta cara Dani, mi rammarico di non poter assaggiare! Perchè è vero la condivisione è bella e bla bla bla, ma in casi come questi, non basta! L'assaggio manca proprio per riuscire a capire appieno! Non riesco nemmeno ad immaginare il gusto :((
    Sapevo la storia del curry e che in realtà è solo un mix di diverse spezie e che quello indiano era diverso!
    Grazie comnunque per la tua precisazione!
    Se mai riusciremo a farlo questo ritrovo montersiniano un giorno, mi prometti che me li rifai questi budini???
    Ho idea che mi piacerebbero un sacco! Un abbraccio stretto stretto cara Dani! ^__^ Any

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sicuro che te li faccio! Dai dai dai organizziamo il raduno delle picchiatelle!

      Elimina
  12. Grazie per avermi rinfrescato la memoria su cos'è effettivamente il curry e come dovrebbe essere correttamente chiamato il mix di spezie che ne costituisce la base. La galletta alle nocciole come base del budino speziato è un'idea molto carina e innovativa, penso crei un contrasto interessante!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti la gallettina saporita e "solida" è un bel contrasto con il morbido e speziato budino :-)

      Elimina
  13. Ciao sono Maria e incuriosita dal nome del tuo blog sono venuta a curiosare. Ma che bel blog e quante belle ricettine, mi aggiungo con piacere ai tuoi lettori!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Maria. Ben arrivata e grazie mille!

      Elimina
  14. Ciao ,ti ho scoperta per caso girando per blog ,sei brava ,bello il tuo blog mi sono unita hai tuoi lettori fissi passa ha trovarmi se ti va io sono ISABELLA ti aspetto smack

    RispondiElimina
  15. Oh che meraviglia! Non mi sarebbe mai venuto in mente questo budino, eppure cavolfiore e nocciole è un abbinamento che amo...complimenti, la tua ricetta mi piace tantissimo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie sono contenta di esserti piaciuta! :-)

      Elimina
  16. adoro l'India e questo budino mi piace proprio tanto! Un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  17. mmmmm, adoro la cucina indiana e il garam masala, questo budino mi piace moltissimo!!! e la galletta mi incuriosisce molto :-)
    ciao!
    Francesca

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche a me la cucina indiana piace tantissimo. Oddio mi piace anche quella cinese, ....quella russa, ...americana....australiana...inglese...francese.....caraibica...cajun....italiana...
      Ehmmm forse dovrei dire cosa NON mi piace. ...Nulla :-D
      Ah si le carote bollite e le barbabietole :-D

      Elimina
  18. Ma sai che ti è riuscito di una sfumatura di colore fantastica?! Complimenti.

    RispondiElimina
  19. Grazie! In effetti piace anche a me, Mi ricorda il colore dell'oro e dei gioielli indiani. :-)

    RispondiElimina