lunedì 20 agosto 2012

Pesce finto - Fake fish

Pesce finto

Ci sono alcune ricette che di riportano all'infanzia, ai piatti preparati dalla mamma e alle atmosfere di famiglia. 
Gli inglesi li chiamano comfort food e dicono che hanno anche il potere di farci sentire meglio.
Quale che sia la sua definizione il pesce finto mi riporta all'infanzia. Era, ed è ancora, uno dei miei piatti preferiti. Ed è sicuramente un piatto adorato dai bambini.

Non vi piace la sua forma? Beh se siete brave a modellare potrete divertirvi a inventare pesci finti dalle forme più diverse. Ad esempio ricordo che mia madre una volta fece un polipo. Un polipo - pesce - finto. Il problema si presentò al momento del dividersi le porzioni. Nessuno voleva mangaire i tentacoli,  le porzioni ci sembravano troppo piccole anche se i tentacoli erano belli lunghi e noi fratelli volevamo tutti una bella fetta abbondante del corpo.

Altro suggerimento: se siete un tipo molto paziente potreste anche fare tanti piccoli pesci finti, uno in ciascun piatto dei commensali. Il problema è che in questo caso non potrete fare il bis e vi assicuro che con il pesce finto il bis è assicurato.

Ultimo consiglio. Per risparmiare tempo ed energie potreste anche utilizzare maionese confezionata.  Potreste è vero, però il segreto di questa ricetta è proprio lì, nella maionese fatta in casa che ha davvero un sapore unico al mondo. Quindi dai, bando alla pigrizia e mentre le patate bollono mettetevi lì con calma e piano piano fate la maionese.
Il segreto per non farla impazzire? Essere calmi, rilassati e concentratevi solo su di lei. 


Pesce finto
(english version below)

Ingredienti per 8 persone

  • 2 kg di patate
  • 400 g tonno sott'olio (2 scatole da 200 g)
  • sale

Per la maionese

  • 1 rosso d'uova
  • olio di semi
  • il succo di mezzo limone
  • sale

Per decorare

  • un'oliva denocciolata
  • un pezzettino di peperone rosso


Lavo le patate e le metto a cuocere in una pentola con abbondante acqua salata.
Lascio bollire finché le patate sono tenere. Quindi le sbuccio e le passo con il passapatate.

Ora viene la parte migliore di tutta l'operazione: in una ciotola metto le patate e il tonno che spezzetto. Con le mani impasto i due ingredienti fino ad amalgamarli bene. Attenzione però, il tonno non deve disintegrarsi, i suoi pezzettini devono restare ben distinti.

Con il composto modello sul piatto da portata  la forma di un pesce con tanto di coda. Con la punta di un dito premo per formare l'occhio e con i rebbi della forchetta disegno delle onde sul corpo del pesce.

Preparo la maionese.
I primi istanti sono sicuramente i più "pericolosi" ed è necessario lavorare molto lentamente. In caso contrario la maionese potrebbe impazzire.
In una tazza io metto il rosso d'uovo  e un cucchiaino d'olio di semi. Con l'aiuto di un cucchiaio che deve essere rigorosamente di legno, comincio a mescolare piano piano e continuo così finché l'olio non si è completamente assorbito. Non bisogna avere fretta.

Una volta incorporato il primo aggiungo il secondo cucchiaino di olio e continuo a mescolare con calma. Man mano che aggiungo olio la maionese sembra diventare più solida ed elastica.
Ora posso aggiungere più olio e lavorare con un poco più di velocità e continuare la lavorazione della crema fino ad ottenerne una mezza tazza.

A questo punto sciolgo il sale nel succo del mezzo limone e aggiungo il tutto alla mia maionese.
Con l'aggiunta del succo di limone accadrà una magia: la maionese diventerà improvvisamente più fluida

Verso la maionese sul pesce finto. Metto nell'incavo dell'occhio l'oliva denocciolata mentre il pezzettino di peperone sarà la bocca.

Fatto. Se non lo mangiate conservatelo in frigorifero ma non fatelo aspettare troppo a lungo!




Fake fish




Fake fish
Ingredients for 8 people
  • 2 kg of potatoes
  • 400 g tuna in oil (2 boxes of 200 g)
  • salt
For the mayonnaise
  • 1 yolk
  • seed oil
  • the juice of half a lemon
  • salt
to decorate
  • 1 olive destoned
  • a small piece of red bell pepper

I wash the potatoes and put them to cook in a pot with salted water.
I let it boil until the potatoes are tender. So I take off their peel and mash them.

Now comes the best part of the whole operation: In a bowl I put the potatoes and chop the tuna. With my hands I mix the two ingredients. Be careful though, the tuna should not disintegrate, its pieces must remain distinct and easily recognizable.

With the mixture I model, on a platter, the shape of a fish with a tail. With the tip of a finger I press to form the eye, and with the prongs of the fork I design the waves on the body of the fish.

Prepare the mayonnaise.
The first moments are definitely the most "dangerous" and you need to work very slowly. Otherwise, the mayonnaise could go crazy.

In a bowl I put the egg yolk and a teaspoon of vegetable oil. With the help of a spoon that must be strictly wood, I begin to stir slowly and continuously so until the oil is completely absorbed. Do not be in a hurry.

Once incorporated the first one, I add the second teaspoon of oil and continue to mix slowly. As I add oil mayonnaise seems to become stronger and more elastic.
Now I can add more oil and work with a little more speed and continue processing the cream, to get a half cup.

At this point, dissolve the salt in the juice of half a lemon and add it all to my mayonnaise
With the addition of lemon juice something magic will happen: mayonnaise suddenly become more fluid
I pour mayonnaise on fake fish. I put the olive in the hollow eye pitted while the piece of pepper will be the mouth.
That's it. If you do not eat store it in the refrigerator but do not let it wait too long!

11 commenti:

  1. Che meraviglia mi piace davvero tantissimo questa tua proposta la proverò quanto prima!!bacioni,imma

    RispondiElimina
  2. Che bello sono proprio i piatti da fare con e per i bambini...proverò. Ciao a presto.

    RispondiElimina
  3. che bello e chissà che buono!!baci!

    RispondiElimina
  4. è bellissimo e di effetto!! la maionese fatta in casa è tutt'altra cosa! deliziosa!! complimenti!

    RispondiElimina
  5. Wow... una vera maga del "barbatrucco". Questa idea è davvero molto bella.
    Certo un polipo è davvero difficile da realizzare... ma chissà quanto era bello!
    Bravissima.

    RispondiElimina
  6. Muy rico mmmm!!!! habrá que probarlo... ^_^
    besos*****

    RispondiElimina
  7. fantastico! semplice, veloce e perfetto per l'estata!

    complimenti per il blog, l'ho scoperto da poco per caso ma ho già sbirciato altre tue ricette, tutte bellissime! brava! mi sono anche aggiunta ai lettori fissi :)
    da pochissimo ne ho uno anch'io, passa a visitarlo se ti va!

    a presto,
    Michela

    RispondiElimina
  8. Oh che meravigliaaaa!!!!! Uno di quei piatti in cui mi ci potrei tuffare...poi adoro sia le patate che il tonno...complimenti cara, un abbraccio e buona serata!!!

    RispondiElimina
  9. Me lo ricordo anch'io, il finto pesce! :-) Ho letto il post sorridendo, soprattutto quando hai raccontato che nessuno voleva i tentacoli del polpo perché lì c'era troppo poco da mangiare... ah ah ah!

    RispondiElimina
  10. eh si è proprio bella questa ricetta :-D sono sicuro che soprattutto i bambini la ameranno :-D da rifare! grazie :-*

    RispondiElimina